Le donne incinte non dovrebbero bere alcol

Quando una donna incinta assume bevande alcoliche, l’alcol passa dal suo sangue al sangue, ai tessuti e agli organi del bambino. Quindi, quando una donna in gravidanza beve un bicchiere di vino, lo beve anche il suo bambino.


L’assunzione di alcol può danneggiare lo sviluppo del neonato. L’alcol viene metabolizzato molto più lentamente dal corpo di un neonato rispetto a un adulto, di conseguenza i livelli di alcol nel sangue del bambino restano alti più a lungo a confronto con la madre. Questo è molto pericoloso e può talvolta condurre a danni permanenti.

Assumere bevande alcoliche durante la gravidanza può provocare la sindrome feto-alcolica nel neonato. La sindrome feto-alcolica si riferisce a un insieme di difetti riscontrati nei bambini nati da madri che facevano abuso di alcol. Tra i sintomi si registrano:

  • Problemi comportamentali e deficit di attenzione
  • Difetti cardiaci
  • Forma anomala del viso
  • Ritardo nella crescita pre e post-natale
  • Scarsa tonicità muscolare e problemi di movimento ed equilibrio
  • Problemi di ragionamento e linguaggio
  • Problemi di apprendimento

Si tratta di problematiche mediche permanenti, che possono essere da lievi a gravi.
Non è stato tuttavia stabilito un livello privo di effetti che non danneggi il feto. Per questo si dovrebbero evitare le bevande alcoliche in gravidanza. Le donne incinte o che tentano di restare incinte dovrebbero evitare di bere alcol anche in quantità minime. L’unico modo per prevenire la sindrome feto-alcolica è non assumere alcol in gravidanza.


Per maggiori informazioni su modelli di assunzione del vino e salute, visitare www.wineinformationcouncil.eu


Per eventuali dubbi e chiarimenti sull'assunzione abituale di alcolici e salute, consultare il proprio medico o il medico di famiglia.
Share on Facebook Share on twitter Share on google plus Pin It e-mail